Acquisire clienti ai tempi dei social, come fare

Acquisire clienti ai tempi dei social, come fare?

Le visualizzazioni di un post

Ci sono post che funzionano, altri che non funzionano. Le metriche sui diversi social sono diverse, FB è diverso da Linkedin e tutti e due sono diversi da Instagram Come devo fare? Io non sono, tecnicamente, un esperto, non ho un agenzia web, ma lavoro con i social oramai da oltre 10 anni e posso dire che i miei clienti arrivano, per il 90%, da due sole fonti:
  • Web e in particolare social network
  • Passa parola
Non uso altri canali di comunicazione per le mie campagne marketing perché le statistiche mi dicono che questi sono i due canali che funzionano per me. Quando non funzioneranno più, me ne accorgerò per tempo e cambierò, prima che sia troppo tardi ;-) Le statistiche non mentono mai, dobbiamo fidarci dei numeri e fare le scelte, certamente con il cuore, ma guidato dai numeri. Se dettaglio meglio le due fonti, in realtà scopro che è una: web e social network perché il passa parola è rappresentato da clienti che parlano di quello che faccio ad altri clienti e mi contattano e il web e i social network sono la cassa di risonanza, che mi permette di avere più visibilità e allargare la mia audience.

Quanta visibilità ti serve?

Sfatiamo un mito su cui tanti sono bloccati o imbarazzati: non è il numero dei follower che hai o dei like che ricevi che determina il tuo fatturato. Posso avere migliaia di follower e fare la fame. Posso averne duecento e stare molto bene. In che senso? Nel senso che è la conversione che hai che conta, che devi misurare. No, non la conversione sulla via di Damasco ma il dato che ti indica: quante, delle persone che mi seguono, sono veramente ingaggiate con me, quante riesco a trasformarle in clienti? Io, per esempio, sono piccolino, non ho una fan base di milioni di utenti, non mi serve, per ora, ma la mia base di utenti è molto attiva, io interagisco con loro, loro chiacchierano con me. Certo, per il mio ego personale è bello quando pubblico un post che ha un risultato come quello che vedi nella foto qui sotto: Questo post, pubblicato su LinkedIn due giorni fa ha, in questo momento 85.994 visualizzazioni, è stato consigliato 629 volte e ha 59 commenti e sta continuando a crescere. Cos'ha di speciale questo post? Niente, non ha niente di diverso, secondo me, da centinaia di altri post che ho fatto, semplicemente questo è piaciuto più degli altri, non so dirti il perché, constato un fatto. Il punto però non è questo ma è: cosa mi ha portato questo post e gli altri che ho fatto? Questo, nello specifico, mi ha portato 60 richieste di collegamento, che, per chi fa il mio mestiere, su LinkedIn è un fattore di conversione importante: mi hanno chiesto il collegamento persone che non sono nel mio target ma una decina lo sono: imprenditori, amministratori delegati, CEO, persone con cui ho aperto un canale di comunicazione reale, che può trasformarsi in opportunità concrete di lavoro. Su FB, per me, funziona diversamente, io ho una pagina ufficiale con qualche migliaio di follower su cui vengono indirizzati tutti gli articoli che scrivo su questo blog, ma il canale che mi porta più contatti utili alla mia attività è tornata ad essere la mia pagina personale. E' con la mia pagina personale che parlo ai miei clienti e al mio mercato potenziale. Un anno fa non era così, funzionava meglio la pagina ufficiale. Non ne faccio un dramma, se è cambiato l'algoritmo di FB e i gusti del pubblico, semplicemente, guardando i numeri, mi adeguo. Certo, io sulla pagina personale, ci posto tutte le cose di lavoro oltre che alcune stupidaggini personali che mi aiutano a fare "audience" Instagram, per me, per quello che faccio io, non funziona. Amen. Ci sono, lo uso, ma non mi diverte e non mi porta conversioni, per ora. Per te Instagram, diversamente da me, potrebbe essere il canale migliore. Non esistono gli assoluti, esistono i numeri: i tuoi numeri, non quelli di un consulente o un'agenzia.

Quale social scegliere?

Quelli dove chiacchierano i tuoi clienti. Non ascoltare quello che ti dicono i guru o quelli che vogliono venderti la loro consulenza di web marketing che sanno qual è il social per te: non sanno una beata cippa, a meno che non facciano esattamente il tuo mestiere, esattamente come lo fai tu. Sallo, anzi sappilo, anzi no, a saperlo ;-) Non esiste un social che funziona in assoluto, esiste il social che funziona per te, che potrebbe non essere quello che funziona per me. Sperimenta, sperimenta tu. Nel caso ti affidassi a qualche agenzia, cosa che ti consiglio, nel caso tu non abbia il tempo o la voglia di farlo, pretendi che ti vengano forniti dati, numeri di conversioni, non di follower. Tieni tu in mano il pallino, non farti intortare. Mi fanno ridere i contratti in cui leggo che il KPI sarà:"Ti pubblico due post alla settimana" o "Ti faccio aumentare il numero dei like": chi ti propone questo tipo di contratto è, a mio parere, nel migliore dei casi un dilettante, nel peggiore un truffatore. I post potrebbero essere anche cinquecento alla settimana e i like aumentare in modo esponenziale ma, se la tua fan base non chiacchiera con te, o meglio, se tu non sei capace a renderti interessante chiacchierando con loro e interagendo, non serve a niente.

Qual è il segreto per acquisire clienti sul web?

Se, come me, sei piccolo e non hai tanto budget da mettere sul piatto ma solo pochino, e quando parlo di pochino, bada bene, non intendo dieci euro al mese ma almeno un migliaio di euro al mese, il segreto è lavorarci tanto. Scrivere con costanza, secondo metriche di cui troverai il ritmo che fa per te sperimentando, provando, sbagliando, ripartendo. Il segreto per acquisire clienti sul web non è un segreto, è questo: lavorare, non sono un gioco per rilassarti quando hai tempo da perdere. Non pensare che sia un gioco, devi sapere che è un lavoro che costa denaro: in termini di tempo e di investimenti economici. Non sperare che sia un'agenzia a portarti i risultati, certo l'agenzia con la sua professionalità ti aiuterà ad accelerare ma è un lavoro che devi fare tu, o qualcuno dei tuoi.

Trova il tuo stile e perseguilo:

Io, per esempio, anche in tempi recenti, anche da persone che erano molto vicine a me professionalmente sono stato preso in giro: "Quello che posta di tutto" oppure: "Quello che scrive cose sconvenienti non degne di un consulente" o ancora:"Ma alla tua età non ti rendi conto di essere un pò ridicolo a postare certe cose?" Sai, quegli amici un pò serpentelli che "Lo dicono per il tuo bene, per aiutarti". Fregatene e osserva: quali sono i risultati che hai tu e quali sono quelli dei tuoi pseudo consiglieri che pontificano senza mai essersi sporcati davvero le mani sul campo? Solo questo conta: il risultato che ottieni. Non credere a chi ti dice cosa devi fare ma in realtà non ha nessun risultato tangibile e concreto in merito a quello che ti sta raccontando: apre la bocca per scoreggiare parole. Non avrai risultati subito, ci vuole costanza, tanta costanza.

In realtà c'è un segreto:

Si, il segreto c'è, anzi più di uno: Posta cose interessanti per il tuo pubblico. Non pretendere di vendere perché i social non sono nati per vendere. Può sembrare paradossale ma è così: per poter vendere attraverso i social non devi vendere o meglio, la parte riservata alla vendita dev'essere minima rispetto a quella in cui offri contenuti utili e gratuiti al tuo pubblico. Scrivi con costanza, con un piano editoriale figlio della tua esperienza, prenditelo come impegno quotidiano, bisettimanale, settimanale, decidi tu, non fare l'elastico, non lasciare solo il tuo pubblico. Divertiti e cerca di essere ironico, prenditi anche in giro: la rete è piena di soloni impettiti che dicono cose anche interessanti ma con il pathos e l'emozione di un paracarro imbalsamato. Cerca di trovare il giusto mix per catturare la tua audience. Non tutta l'audience, quella che interessa a te. Non voler piacere a tutti: non è possibile. Più sarai visibile e più avrai persone a cui non piacerà quello che scrivi, fregatene. Certo, se ti contesta il pubblico a cui tu vuoi parlare, il tuo target, abbiamo un problema da risolvere urgentemente. Ma, se piaci al tuo pubblico, se i numeri ti danno ragione, non preoccuparti di tutti gli altri: tu non stai parlando a loro. Se vuoi approfondire o scambiare due opinioni con me, puoi farlo commentando questo post o contattandomi qui: scrivimi@maurobaricca.it   Ci ho messo mezz'ora a scrivere questo post. Sotto alla prima foto, sopra, avevo scritto: questo post, pubblicato su LinkedIn due giorni fa ha, in questo momento 85.994 visualizzazioni, è stato consigliato 629 volte e ha 59 commenti e sta continuando a crescere Ora, dopo mezz'ora scrivo: 91.094 visualizzazioni, è stato consigliato 664 volte e ha 62 commenti. La conversione?Ho ricevuto altre 10 richieste di collegamento. Chi ha ragione? Il mantra di questo post è: ilsegretoèdivertirsi Per oggi è tutto.    
Ti piacerebbe approfondire di persona questo argomento?
Contattami, senza impegno, cliccando sul pulsante qui sotto, sarà un piacere darti supporto!