Perchè falliamo nel marketing?

Perchè falliamo nel marketing e non otteniamo i risultati che ci prefiggiamo?

Perchè siamo soggetti alla teoria di Anna Maria Rodella Von den Berg, è semplice.

Ti starai chiedendo:"Chi è questo guru dal cognome così altisonante?"

È la mia mamma, la puoi vedere in foto, mentre spiega a un'audience qualificata il corollario alla legge del marketing.

La trovo bellissima, ma questa è un'altra storia off topics.

Corollario alla legge del marketing di A.M.Rodella Von den Berg

Ah, il nome è vero io sono per il 25% tedesco di Dusseldorf, per questo sono combinato così, ora lo sai.

Fatta questa precisazione, il corollario recita che, se dopo 30 anni che tuo figlio si occupa di marketing tu ti stai chiedendo ancora come fa a mettere insieme il pranzo con la cena, molto probabilmente questa è una disciplina o inutile, o sconosciuta, o riservata a stregoni occulti.

Lei, come si evince dalla foto, ha optato per l'opzione "stregoni occulti" e, in quanto madre di uno che campa con questa disciplina da tutta la sua vita lavorativa, in vostro onore si è vestita di conseguenza.

Per Frau Von den Berg, così come per molte persone, il marketing è quel "non lavoro" per il quale, chi se ne occupa, va in giro per il mondo, partecipa alle fiere, alle feste, agli eventi, si diverte insomma, mentre gli altri stanno in azienda a sudare e lavorare.

Il marketing è un non lavoro, qualcosa che fa figo dire che facciamo ma poi, in fondo, ma nemmeno tanto in fondo, sostanzialmente inutile.

Perchè il marketing è inutile?

È inutile perché, spesso, non è contemplato nel budget delle p.m.i. né in termini di spesa, né in termini di tempo.

Vogliamo tutti acquisire deal che alimentino la pipeline delle vendite ma lo facciamo quando abbiamo tempo, solitamente mai, ma soprattutto senza voler spendere nemmeno un doblone falso.

Rispondi a queste domande:

  • Se vuoi avviare una produzione, prevedi dei soldi e tanto tempo per investire in macchinari, in prodotti e in uomini che li producano? Ovviamente si.
  • Se vuoi una rete commerciale che venda, prevedi dei soldi e tanto tempo per pagare stipendi, provvigioni, rimborsi spese e tutto quello che serve affinché i tuoi venditori possano guerreggiare sul mercato? Ovviamente si.
  • Se vuoi fatturare, prevedi dei soldi e tanto tempo per avere un ufficio amministrativo che si occupi di tutto il ciclo attivo e passivo della tua azienda con dei costi fissi non indifferenti? Ovviamente si.

Se, come presumibilmente, a tutte le domande che ti ho fatto qui sopra hai risposto ovviamente si, spiegami come mai...

Spesso non esiste un budget di mktg e nemmeno persone dedicate in azienda?

Perchè, vedi, soprattutto al giorno d'oggi, si può fare marketing a costi sostenibili, ma non si può fare marketing senza soldi e senza personale che lo faccia e quindi tempo che significa nuovamente soldi.

Qual è la percentuale del tuo fatturato, non dei tuoi utili bada bene, del fatturato che hai dedicato al budget del marketing?

Ma perchè esiste una percentuale? Eh già, esiste, anche se empirica, ma è sufficiente per farci rendere conto se stiamo giocando o se stiamo lavorando seriamente.

Non è una legge ma tipicamente, una grande azienda investirà mediamente il 2-5% del suo fatturato in marketing, una media azienda investirà mediamente un 5-10% del suo fatturato, una piccola e micro azienda investirà mediamente un 15-20% del suo fatturato.

Cosa significa in soldoni?

Definisco io, in modo arbitrario, una grande azienda, oggi, un'azienda che fattura dai 30 milioni in su significa tra 600 mila e 1.500.000 di investimenti in marketing.

Definisco media azienda, oggi, un'azienda che fattura dai 10 ai 30 milioni e significa tra 500 mila e 1.000.000 di investimenti in marketing.

Le piccole e micro imprese di conseguenza investono, immaginando 150.000 euro di fatturato 20 mila in marketing, immaginando 2.000.000 di fatturato 300.000 in marketing. Se le cifre di fatturato sono più alte, immaginalo tu quanto dovrebbe essere.

Ti sembra troppo? Può essere, riduci un pò, ma tra queste cifre e la sponsorizzazione al campetto della parrocchia o alle magliette dell'amico che mi ritorna una percentuale, ne passa parecchio, non trovi?

Ovviamente questi numeri non sono la legge e non è detto che tutti debbano fare così, però ci danno l'idea degli investimenti che dobbiamo fare se vogliamo salire sulla giostra del marketing e pensare di vincere qualche premio al gioco dell'entrare nella mente del nostro potenziale cliente.

Quanto denaro mettiamo sul piatto?

Questa è la risposta che ci dobbiamo dare, denaro che deve comprendere sia gli investimenti in campagne che quelli per il nostro personale interno che deve seguire il marketing.

Il marketing è un lavoro serio, non un gioco costoso.

Noi falliamo nel marketing perchè pensiamo che sia un'attività da fare quando si ha tempo e sulla quale non serve investire.

Non sei d'accordo, sei una persona che ha la cultura del marketing?

Se si, certamente, stampando i tuoi bilanci, troverai tutte le voci di marketing opportunamente gestite che si rispecchieranno in un piano di marketing programmato che prevede allocazione preventiva, verifica consuntiva e analisi delle cause di scostamento.

Giusto? Se è così stai facendo marketing e questo articolo per te è inutile.

Se non è così ti stai raccontando che lo stai facendo quando in realtà speri che per qualche strana congiuntura astrale, altra versione del corollario di Rodella Von den Berg, i deal si materializzino per magia e la pipeline dei venditori come una magica cornucopia sforni nominativi caldi da chiudere con grassi contratti.

Se è così questo articolo potrebbe darti lo spunto per fare delle riflessioni serie e ponderate sulle tue strategie future.

No money? No party!

Concludo questo articolo con il titolo che leggi nel paragrafo e ti garantisco che si possono davvero fare cose egregie prendendo la decisione, vera, di iniziare a lavorare per alimentare il nostro potenziale mercato e affermare il nostro brand.

Si può fare con cifre sostenibili e un lasso di tempo adeguatamente calcolato per vedere i primi risultati.

Quindi, se ti ho stuzzicato un pò e hai deciso di smettere di raccontarti le favole o di credere a chi ti racconta che con quattro soldi ti farà ottenere risultati strabilianti, contattami, alla mail [email protected] sarà un piacere fare una chiacchierata con te.

La prima consulenza telefonica è gratis e potrebbe essere un buon investimento di tempo per te, che dici?

Il mantra di questo post è:nomoneynopartymabudgetponderatiedurolavorofunzionano

Per oggi è tutto

Ti piacerebbe approfondire di persona questo argomento?
Contattami, senza impegno, cliccando sul pulsante qui sotto, sarà un piacere darti supporto!
Lascia un commento