Sono egoista: lavoro bene

Sono egoista: lavoro bene.

Non dobbiamo lavorare bene per i nostri clienti.

Non lo dobbiamo fare nemmeno per i nostri dipendenti, se siamo degli imprenditori.

Chissenefrega del datore di lavoro, non dobbiamo lavorare bene per loro, se siamo dipendenti.

Dobbiamo essere egoisti: dobbiamo lavorare bene per noi, esclusivamente per noi e per la nostra dignità.

Cosa significa lavorare bene?

Lavorare bene, nella buona tradizione artigiana, significa che, se produci un manufatto, una sedia per esempio, quando dai forma alla struttura lo devi fare bene, devi lavorare bene anche le parti nascoste, quello che non vede nessuno.

Vale per una sedia, vale per qualsiasi altro prodotto o servizio, vale per tutto.

Perché è vero che non le vede nessuno le parti nascoste della sedia o di qualsiasi altra cosa che facciamo, ma noi lo sappiamo se abbiamo lavorate bene o no. Noi lo sappiamo se ci abbiamo messo la cura, l'attenzione e la professionalità che dovevamo metterci. Noi lo sappiamo.

Lavorare bene significa avere la cultura della perfezione, della precisione, del lavoro completo, non raffazzonato, non buttato giù, non fatto tanto per farlo.

Viviamo in un mondo di mediocri approssimativi, professionisti improvvisati: un mondo in cui tante persone reclamano diritti senza avere il senso del dovere.

Tante persone non hanno la cultura del lavoro fatto bene, per se stesse. Lavorare bene, non perché qualcuno ci dica "bravo", ma semplicemente per una cosa portata a termine come doveva essere fatta, per una soddisfazione personale.

Il lavoro fatto bene ha molto a che fare con la passione, certamente, ma anche con la dignità, dignità personale.

Se non impariamo a lavorare bene, anche quando nessuno ci guarda, non ci meritiamo di avere avanzamenti di carriera, non ci meritiamo di avere risultati importanti.

Perché?

Perché, semplicemente, se non ci assumiamo la responsabilità di lavorare bene quando nessuno ci guarda, come pensiamo di poter essere un esempio per qualcun'altro?

Facciamo un'analisi, individuale, senza doverci confrontare con nessuno se non con quella faccia che ci guarda allo specchio tutte le mattine mentre ci laviamo i denti e chiediamoci: "Ma io, il lavoro per cui sono pagato, tanto o poco, non importa, lo sto facendo bene, miro alla perfezione o semplicemente è un lavoro che devo fare e come viene viene?".

Rispondere a questa domanda ci sarà di grande aiuto: per il nostro miglioramento personale, per sapere cosa dobbiamo fare, senza scuse.

Sono egoista, lavoro bene: per me.

Il mantra di questo post è: lavorobeneostoacasaemelomerito

Per oggi è tutto.

Ti piacerebbe approfondire di persona questo argomento?
Contattami, senza impegno, cliccando sul pulsante qui sotto, sarà un piacere darti supporto!